QUANDO L’INFORMAZIONE NECESSITA DI UNA SPIEGAZIONE…
di: Alessia Boscolo Nata - 31.03.2011

…allora viene da dirselo, ma che informazione è? E’ quello che mi son chiesta dopo aver ricevuto numerose domande di amici in Facebook e parenti a proposito di recenti “eventi” un po’ troppo pompati dai comuni canali d’informazione televisivi e giornali. Mi riferisco al terribile terremoto che ha sconvolto gran parte della costa nord-orientale del Giappone; le maggiori testate titolano: “Terremoto in Giappone: l’asse terrestre si è spostato”… Continua il testo dell’articolo: “Episodi di questo tipo sono già avvenuti nel recente passato e sicuramente da ricordare sono il terremoto di magnitudo 8,8 in Cile e quello di magnitudo 9,1 che ha colpito Sumatra nel 2004. Anche in quei casi si registrarono degli spostamenti dell’asse terrestre pari, rispettivamente, a 6 e 8 centimetri. Nel caso del Giappone, secondo l’Ingv, l’impatto è stato decisamente maggiore e ha raggiunto la cifra record di 10 centimetri. Lo spostamento dell'asse terrestre potrebbe avere ripercussioni sulla durata del giorno solare”. Da qui partono le fantasie dei catastrofisti, associando questo a congiunzioni inesistenti, Superlune (di cui parleremo fra qualche riga), soprattutto 2012 a gogo. L’informazione c’è, ed è anche parzialmente corretta, solo che nessuno forse vi ha mai detto che le correnti marine e i venti influiscono centinaia di volte di più di un terremoto devastante come quello a cui tutti abbiamo, sfortunatamente, assistito. E anche se il risultato fosse una minore lunghezza della giornate, si tratta di milionesimi di secondo, ve lo giuro…impossibili da percepire. Vorrei analizzare il secondo “evento” che ha particolarmente impressionato i miei amici, la cosiddetta SuperLuna. Il giorno esatto 19 Marzo i giornali titolano: “Mai una Luna così grande”…addirittura ipotizzavano che non fosse una coincidenza il terremoto. Cose pazzesche, la Luna ci mette anni per arrivare a questa configurazione, concordo sull’eccezionalità dell’evento, ma non è che la sera prima, o il plenilunio precedente, la Luna fosse lontanissima! Sia chiaro, non ha dato un’accelerata improvvisa così, un giorno per l’altro… La Luna non ha un orbita circolare attorno al nostro pianeta, ma un’orbita ellittica, quindi ci sono alcuni giorni in cui è più vicina a noi; si tratta dei passaggi al perigeo. Ogni 27 giorni potete vedere una Luna più grande del solito, su questo potete contarci! La Luna piena in questo caso era il 14% più grande, una cosa nemmeno tanto percettibile a dire la verità. Ma i miei amici hanno subito replicato: “Ma l’ho vista sorgere dal mare, era rosse ed era enorme, mai vista così enorme…!”. Colpa mia, che faccio sempre la bastian contraria…tentando di spiegare le illusioni ottiche della Luna all’orizzonte (e anche del Sole) all’alba (o al tramonto). Non è cosa semplice spiegare che è la loro testa a giocare un brutto scherzo, soprattutto quando i mei amici sono arrabbiati. Una cosa è certa, conoscevo i perigei e gli apogei, ma di SuperLuna non avevo mai sentito parlare; quindi una cosa nuova l’ho imparata, e ho imparato anche che una informazione scientifica corretta non la si appende sicuramente dai telegiornali o quotidiani, ma probabilmente una sbirciatina ogni tanto a qualche bella rivista di scienza e astronomia spiegherebbe meglio come stanno realmente le cose!